Tre soldati sono uccisi al confine in Burkina Faso della Costa d'Avorio.

Internazionale

Un veicolo armato si è schiantato contro un ordigno esplosivo Improvvisato sabato 12 giugno. Tre soldati sono stati uccisi, secondo il capo di stato maggiore dell’ esercito generale Lassina Doumbia. E’successo a Tehini, sabato notte, nella zona  dove un soldato ivoriano era morto all’ inizio della settimana, dopo un attacco jihadista.

Una seria di omicidio dei soldati

Il bilancio fornito dalla capitale della costa d'Avorio mostra tre morti et quattro feriti evacuati e curati.Secondo la versione dell'esercito, questo sabato il 12 giugno intorno alle ore 19, una pattuglia dell'esercito era stata avvisata quando un veicolo per il trasporto di truppe è sbandato mentre rotolava su un motore esplosivo improvvisato che è stato dichiarato essere un veicolare di passaggio. Lunedì scorso un altro soldato è morto sempre nella stessa zona. In una settimana, quindi, quattro soldati ivoriani sono stati trovati morti nel nord est  del paese.

I rischi dell’incendio

I funzionari della sicurezza ivoriana sono preoccupati per questi ripetuti attacchi. Dovevano incontrarsi, per capire almeno cosa fosse successo.
Per definizione un soldato è un membro delle forze armate « regolari » cioè un istituzione che difende gli interessi strategici di uno stato. C'è un uomo che presta servizio in un esercito come mercenario o come volontario al servizio di uno stato che gli dia un equilibrio. Il suo ruolo è mantenere la pace in paese e difenderlo dalle aggressioni esterne. Rispettare l’ordine pubblico e garantire la sicurezza delle  persone.

Guardia in buone condizioni di lavoro dell'equipaggiamento militare. L'uso dell'arma rischia di trovarsi di fronte alla violenza degli uomini e soprattutto della propria violenza, rischia di confrontarsi con infinite interrogazioni etniche, rischio di essere picchiati e mutilate, rischio infine di essere uccisi. Di certo non tutti sono uguali di fronte all’ esposizione  al rischio